spot_img
domenica 14 Luglio 2024
spot_img

A caccia invece di lavorare: denunciato consigliere comunale per truffa

Da leggere

Un consigliere comunale di 40 anni di un comune del Trasimeno, rieletto alle ultime elezioni, è stato denunciato dai carabinieri forestali di Città della Pieve per truffa aggravata. I militari hanno incrociato i dati delle timbrature del badge nella sede di lavoro con i certificati medici delle numerose assenze e infortuni, nonché con i verbali di caccia al cinghiale della squadra di cui il consigliere fa parte. Dall’indagine è emerso che il consigliere risultava contemporaneamente presente sia sul posto di lavoro sia alle battute di caccia. La maggior parte delle sue presenze alle battute di caccia avveniva durante i periodi di assenza per malattia o infortunio dal lavoro.

L’indagine ha coperto i periodi da ottobre a gennaio, dal 2021 al 2024. Al quarantenne vengono contestati i reati di truffa aggravata nei confronti del datore di lavoro per i giorni in cui risultava al lavoro ma era effettivamente alle battute di caccia, e di falso ideologico per induzione di un Pubblico Ufficiale (medico di base) in certificati, oltre a truffa aggravata ai danni di INPS e INAIL poiché partecipava alle battute di caccia durante le assenze per infortunio e malattia. Sono al vaglio anche i comportamenti e le dichiarazioni degli altri cacciatori della stessa squadra di caccia.

Trasimenonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img