spot_img
giovedì 18 Luglio 2024
spot_img

All’Isola di Einstein la scienza fa spettacolo fra le stelle, il programma di sabato

Da leggere

Tra crociere astronomiche e ‘Sailing the universe’, lo spettacolo del noto storyteller scientifico Luca Perri e il collettivo Becoming X, sono state le stelle le protagoniste del secondo giorno di Isola di Einstein, il festival internazionale di spettacoli scientifici unico in Europa. Oltre 60 eventi in 9 aree distribuite tra il centro e il lungolago di Castiglione del Lago, uno dei borghi più belli d’Italia, con dimostrazioni, giochi, attività e presentazioni di libri per curiosi di tutte le età. A documentare le attività dell’Isola di Einstein in tempo reale e dal vivo il collettivo Becoming X, attraverso un comic reporting della manifestazione realizzato dai disegnatori.
Una tre giorni in cui la scienza si fa spettacolo all’insegna del divertimento intelligente, da trascorrere immersi nello splendido scenario del Lago Trasimeno e in tutta sicurezza (nel pieno rispetto delle normative anti-Covid).

Alcune delle attività in programma si svolgeranno solo nella giornata di sabato 5 settembre (alcune gratuite e altre a pagamento ma tutte con prenotazione online obbligatoria), eccole qui:
Nell’Area Galileo alle 11.30 un inizio di giornata “vibrante” con Alessandro Amato dell’INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, che presenterà il suo ‘Sotto i nostri piedi’ (Codice Edizione), un viaggio attraverso la storia dei terremoti e dei tentativi di prevederli, costellata da pochi acuti e tanti fallimenti. Modera Pietro Greco, giornalista, scrittore, collaboratore di Radio3 Scienza, Scienza in rete, Le Scienze, tra le numerose attività. Mentre alle 18.30 arriva ‘Il regno degli elementi’ (Gabriele Pastori – Umbria), per conoscere la vita nascosta degli elementi chimici che incontriamo nella quotidianità, una storia di colori e incontri esplosivi.

Nell’Area Darwin alle 16.00 arrivano i libri e si inizia con ‘Ragazze con i numeri. Storie, passioni e sogni di 15 scienziate’, di Roberta Fulci (Editoriale Scienza), che racconta quindici storie di scienziate, quindici storie di donne contro gli stereotipi di genere. Vite fatte di coraggio, fatica, entusiasmo, e soprattutto di sogni che si avverano, e alle 17.30 ‘Il Big Bang e la nascita dell’universo’ (Edizioni EL) di Sergio Rossi, un libro sui misteri dell’universo e le storie degli scienziati che li hanno svelati, raccontati nelle lettere di un’astronoma a sua figlia.
Sempre nell’Area Darwin alle 21.30 è il momento di Luca Perri con lo spettacolo ‘Sailing the Universe’: le parole di uno dei più brillanti storyteller scientifici, affiancato dal live drawing dei disegnatori del collettivo Becoming X, che guideranno il pubblico tra i pianeti, verso l’infinito e oltre.

Altro spazio dedicato ai libri è quello dell’Area Leonardo, dove alle 16.00 è il momento de ‘L’equazione dei disastri. Cambiamenti climatici su territori fragili’, di Antonello Pasini (Codice Edizioni), che si chiede cosa stia succedendo al nostro paese. Perché sempre più spesso dobbiamo subire danni ingentissimi e perdite di vite umane? Il segreto è in un’equazione. Dedicato al centenario della nascita di Gianni Rodari, uno dei padri della “fantasia” italiana, è il dialogo che terranno alle 17.30 Pietro Greco, autore di ‘L’universo a dondolo. La scienza nell’opera di Gianni Rodari’ (Springer Science), e Vanessa Roghi, autrice di ‘Lezioni di fantastica. Storia di Gianni Rodari’ (Editori Laterza). I due guideranno il pubblico alla scoperta di questo fondamentale autore della letteratura italiana e del suo originale modo di guardare il mondo. Modera Giovanni Dozzini, giornalista (Corriere dell’Umbria e Huffington Post Italia, tra gli altri), scrittore (‘E Baboucar guidava la fila’ il suo ultimo romanzo, uscito per Minimum Fax) e tra gli organizzatori del festival di letteratura in lingua spagnola Encuentro. Infine alle 19.00 ‘Incanto. Storia di draghi, di stregoni e di scienziati’ (Codice Edizioni) di Michele Bellone, che andrà alla ricerca della scienza che esiste tra eroi, incantatrici e magie, perché se la scienza può generare la magia del fantastico, il fantasy può stimolare riflessioni sulla scienza.

Tutti i giorni
Ogni giorno a partire dalle 10.00 decine di spettacoli e show per ogni età che si alterneranno praticamente ogni ora fino alle 18.00:
Area Newton: con ‘Scienza in tempura’ (ToScience – Piemonte), un menù ricco di esperimenti per saziare la curiosità. Divertimento e leggerezza senza essere appesantiti, e ‘Tu sei qui’ (Marco Testa – Lombardia), per giardare il mondo in modo diverso senza perdere la bussola. ‘Science bar’ (Fosforo: la festa della scienza – Marche), con un breve excursus scientifico dietro il bancone di un bar: “come funziona la caffettiera? Perché alcuni liquori rimangono separati nei cocktail?” e ‘Storie di scienza e di scienziati’ (Alessia Zurru – Sharper Cagliari, Università di Cagliari, Laboratorio Scienza – Sardegna), con un avvincente racconto della vita di scienziati che hanno cambiato il nostro modo di vedere il mondo.
Area Edison: con ‘Suono tra musica e rumore’ (Matteo Tuveri – Infn Cagliari e IdeAS – Sardegna), che ci porta alla scoperta del suono e le sue proprietà, e ‘A tutta chimica’ (Gabriele Pastori, Sara Tortorella – Umbria), dove fumi, colori e saponi diventano gli ingredienti per uno assaggio delle meraviglie della chimiche. ‘Vulcano mania’ (Valeria Misiti, Stefania Pinzi, Donatella Pietrangeli e Carlo Alberto Brunori – INGV), con tutto quello che avreste voluto sapere sull’eruzione dei vulcani e nessun ti ha mai spiegato, e ‘Abracadabra – Le magie della scienza’ (Alessio Perniola – Puglia), con palloncini che non scoppiano, acqua che non cade, incastri impossibili: ma non è magia, è scienza!
Area Archimede: con ‘Guarda che uovo!’ (Le Nuvole – Campania), con una storia e tanti esperimenti per indagare il fantastico e variegato mondo delle uova, e ‘Essenza di cimice e bava di lumaca’ (G.Eco – Lazio), una lezione di pozioni e magie per scoprire gli incredibili poteri degli animali.

Area Einstein: con l’imperdibile Tombola di Einstein (a cura di Psiquadro), un’insolita e divertente tombola scientifica: in palio gadget, libri e giochi scientifici, ‘Il regno delle foglie’ (Mirko Revoyera – Umbria), con una carrellata di fiabe popolari per pensare e giocare a conquistare la vita, e ‘Super-mini pilota spaziale’ (Claudia Bianchi – Lazio), che ci porta in un viaggio multidimensionale. Spostarsi sulla Terra e nello Spazio non è affatto facile ma inventeremo un modo per viaggiare in ogni direzione e sbarcare su altri pianeti.
Area Turing: nella Sala A con le attività ideate da una selezione dei DigiPASS dell’Umbria distribuite nella due giorni di Castiglione del Lago con: ‘Algoritmi e frattali’ (a cura di DigiPass Gubbio, DigiPass Media Valle Tevere e Ideattivamente) dove forme geometriche, logica e frattali diventano protagonisti di un gioco collaborativo, ‘Dai droni alla stampa 3D’ (a cura di DigiPass Perugia e POST), per seguire il processo di elaborazione delle immagini di edifici riprese dai droni fino alla riproduzione in 3D, e ‘Fioriere intelligenti’ (a cura di DigiPass Assisi e OpenTech), per scoprire un metodo innovativo capace di controllare la salute delle piante e controllare umidità, luce e irrigazione. E ancora ‘Pesci parlanti’ (a cura di DigiPass Perugia e POST), dove grazie a stravaganti controller sarà possibile ascoltare la ‘parola’ degli abitanti del lago Trasimeno, ‘Reazione a catena (a cura di DidiPass Gubbio e Ideattivamente), dove motorini, ventole ingranaggi e componenti di ogni tipo daranno vita a costruzioni creative, un po’ folli, e ‘Tik Tok… c’è Einstein’ (a cura di DigiPass Assisi), durante il quale con il popolare social Tik Tok si potrà scoprire come la tecnologia se usata in modo consapevole può essere opportunità.

Area Turing: nella Sala B si alterneranno ‘Mathemagic show’ (Museo del Balì – Marche), per capire se davvero esistano poteri magici per predire le nostre scelte o influenzare i nostri comportamenti, ‘I segreti della luce’ (Le Nuvole – Campania), con sorprendenti attività alla scoperta dei fenomeni luminosi, e ‘Segui la bussola’ (Centro della Scienza POST – Umbria), in cui si ripercorreranno le rotte di migrazione degli uccelli per svelare i misteri che si nascondono dietro le loro sorprendenti capacità di orientamento.
Area Marie Curie: ogni giorno ospita la sezione ‘A tu per tu con ricercatori’ con un’anteprima della Notte Europea dei Ricercatori, l’iniziativa promossa dalla Commissione europea creare un’occasione di incontro tra ricercatori e cittadini e che vedrà il suo culmine il 27 novembre con centinaia di eventi organizzati in tutti Italia. Nell’area è possibile conoscere da vicino i ricercatori di Bright-Night, un progetto che apre le porte dei laboratori ai cittadini e porterà i ricercatori nelle strade del centro di Siena, Firenze, Pisa, Lucca e altri centri toscani, INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), con i suoi ricercatori che lavorano alla comprensione dei fenomeni relativi al Sistema Terra e che saranno coinvolti in varie Notti europee su tutto il territorio nazionale, NET, un progetto coordinato dal CNR dove partecipano enti di ricerca concentrati sul territorio di Roma e del Lazio, Sharper, coordinato da Psiquadro e che si svolgerà ad Ancona, Cagliari, Catania, L’Aquila, Macerata, Nuoro, Palermo, Pavia, Perugia, Terni, Torino e Trieste per trasformare le città in laboratori aperti e i laboratori in piazze, SOCIETYnext, il progetto coordinato dal Cineca per l’organizzazione della Notte Europea dei Ricercatori a Bologna, e SuperScienceMe, il progetto promosso da Università della Calabria, Università Magna Grecia, Università Mediterranea, CNR, Regione Calabria e Università della Basilicata. Ogni giorno si inizia alle 11.00 con ‘Terremoto e rischio sismico’ (Maria Grazia Ciaccio e Giovanni Cultrera – INGV), per rispondere alle domande sul perché dei terremoti, con esempi e dimostrazioni pratiche per dare un significato all’espressione ‘rischio sismico’; alle 12.00 ‘Supercalcolatore’ (Neva Besker e Stefano Tagliavanti – Cineca – Roma – NET), con un gioco per capire come funziona e come si programma un super calcolatore, e alle 13.00 ‘A spasso nel cosmo’ (Giacomo Bonnoli e Alessandro Marchini, Università degli studi di Siena – DSFTA – Bright), con viaggio alla scoperta del fascino dell’Universo, da Einstein ai pianeti extrasolari. Si riparte alle 15.00 con ‘Magica quantistica’ (Raffaele Silvani – Università di Perugia – Sharper), in un viaggio verso il mondo quantistico dove l’impossibile diventa possibile e dove gli eventi fisici diverranno fenomeni stupefacenti e illusori; alle 16.00 ‘Tremare e… non tremare: conosciamo il drago Tremotto!’ (Nunzia Voltattorni – INGV), dove Giuseppina e il drago Tremotto ci aiuteranno a capire cosa è un terremoto e quali sono i comportamenti da tenere; alle 17.00 ‘Super Leo’ (Francesco Cola e Diego Molinari – Cineca – Bologna – SocietyNext), alla scoperta dei super calcolatori fino a conoscere Leonardo il supercalcolatore europeo che arriverà in Italia nel 2021; infine alle 18.00 ‘Gli squali: mostri sanguinario sentinelle dei mari?’ (Emilio Sperone – Università della Calabria – SuperScienceMe), in cui si ripercorre il mito dello squalo dall’antichità al film ‘Lo Squalo’ di Spielberg e capire il vero ruolo che svolgono negli ecosistemi.
Area Galileo: dalle 15.30 partono gli spettacoli, tra cui ‘Sicuro? Sicuro! Le nuovissime avventure di Pinocchio’ (a cura della Compagnia teatrale Rossolevante – Sardegna), uno spettacolo che prende spunto dalla favola di Pinocchio per scoprire insieme il mondo della sicurezza a 360 gradi, e alle 17.00 ‘Il giocoliere della scienza’ (Federico Benuzzi – Emilia Romagna), dove il “giocoliere della scienza” ci farà scoprire quante cose hanno in comune la fisica e la giocoleria.

Trasimenonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img