spot_img
sabato 20 Aprile 2024
spot_img

Reddito di cittadinanza, opposizione di Passignano: progetti ancora fermi

Da leggere

“Era l’ottobre del 2020 quando, come gruppo consiliare “Passignano nel Cuore”, presentammo al Sindaco Sandro Pasquali una interrogazione sollevando la questione ritardi relativi all’attivazione dei PUC e l’utilizzo dei percettori di reddito di cittadinanza, ma ad oggi tutto è ancora fermo nonostante altri Comuni anche al Trasimeno abbiano già fatto passi avanti”. Sono le parole dei consiglieri di opposizione Daniela Bertocci, Alessandro Moio, Eleonora Ballerini e Luigi Sessa.

“I ritardi sono ormai sotto gli occhi di tutti – continuano dai banchi dell’opposizione -, ma il Primo Cittadino continua ad avanzare problematiche, che potrebbero sembrare reali, ma che a nostro avviso sono assolutamente superabili visto che Comuni, come per esempio il vicino Magione, hanno già organizzato e dato il via a progetti a favore dei cittadini. Anche su questo abbiamo chiesto di confrontarci in Consiglio comunale, ma la possibilità ci è stata negata proprio alla luce delle “problematiche” avanzate dal Sindaco che paventa di doversi prima confrontare con l’Unione dei Comuni, non si capisce per quale ragione. A nostro avviso si sta perdendo del tempo prezioso, ricordiamo che così facendo si va a creare un danno a coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza che dovrebbero obbligatoriamente partecipare alla realizzazione di progetti nel comune di residenza per un minimo di 8 ore settimanali, ma a anche a territorio e collettività”.

Trasimenonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img