spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img

Pino Boero ospite il 9 settembre al Festival delle corrispondenze

Da leggere

Uno dei maggiori studiosi della figura di Gianni Rodari, Pino Boero, sarà ospite del Festival delle corrispondenze venerdì 9 settembre, alle ore 18.30 sala conferenza Villa Aganoor, a Monte del lago, Magione (Pg) con un incontro su: “Bambini, imparate/a fare le cose difficili Gianni Rodari: lettere ai bambini e ai grandi”. La presenza dell’autore al Festival è collegata alla mostra, attualmente in corso al Museo della pesca di San Feliciano, “La rivoluzione della fantasia. Rodari, Munari e gli altri tra punti e linee.”

Pino Boero, già docente di Letteratura per l’infanzia e pedagogia della lettura all’Università di Genova, ha rivolto i suoi interessi scientifici soprattutto allo sviluppo della letteratura italiana fra Ottocento e Novecento attraverso le riviste e i rapporti epistolari fra intellettuali, e alla produzione italiana per bambini collaborando a riviste come “Sfoglialibro” e “LG Argomenti”, pubblicando diversi volumi sulla materia ed aprendo la strada fin dagli anni Settanta a una valorizzazione dell’opera di autori come Gianni Rodari, Marcello Argilli, Carlo Brizzolara, Lucia Tumiati.

Fra i tanti volumi scritti relativi alla letteratura per l’infanzia ne ricordiamo alcuni legati allo scrittore Gianni Rodari, come Una storia, tante storie. Guida all’opera di Gianni Rodari Einaudi Ragazzi, G. Rodari, I libri della fantasia sempre di Einaudi Ragazzi, L’alfabeto di Gianni Rodari pubblicato da Coccole Books.
Attualmente è uno dei due vicepresidenti della Fondazione museo arti e industrie che ospita l’importante Parco della fantasia Gianni Rodari.
Ha diretto “Memorandum” dell’Einaudi Ragazzi (1997-2008), una collana critica unica in Italia perché esclusivamente destinata ad autori e temi di letteratura per l’infanzia e collaborato lungamente al quotidiano “Il Secolo XIX” di Genova. Collabora alle riviste Andersen e Liber. Tanti i premi ricevuti tra cui si ricorda il premio alla carriera della Società italiana di pedagogia.

Trasimenonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img