spot_img
domenica 14 Luglio 2024
spot_img

Prima giornata di Ars Contemporanea con GianGian Folletto e Farinetti

Da leggere

È iniziata alla grande la sesta edizione del festival Ars Contemporanea che ha come tema 2024 le “Isole culturali”. «Guardandomi attorno – spiega Gianluca Brundo – mi sono reso conto che sempre più viviamo “relegati”, per chi ne apprezzi il fondamento, in isole culturali e che per passare da un’isola all’altra occorre “attraversare il deserto”, un deserto che cresce senza sosta. Per questa edizione si è pensato di sviluppare, essendo quella che viviamo un’epoca per molti versi buia, questo tema delle “Isole Culturali”, nei vari settori del cinema, del teatro, della musica, dei libri, attraverso ospitalità di personalità rilevanti e la produzione di spettacoli e concerti. Come ideatore e organizzatore nutro però, forte, un’ultima speranza, la più dolce e la più delicata, quella nei bambini. In loro è tutta la mia gioia, la mia meraviglia, la purezza e la fantasia di un mondo, a cui per fortuna ancora un po’ appartengo, da preservare e difendere».

La giornata di ieri è partita con “Ars Contemporanea Kids” dedicata a GianGian Folletto il personaggio creato e interpretato da Gianluca Brundo, con un pensiero amorevole rivolto ai bambini. GianGian Folletto ha incantato, fatto cantare e ballare tantissimi bambini delle primarie di Castiglione del Lago: il simpatico folletto è protagonista di una collana editoriale a fumetti per Bertoni Junior e di simpatici cortometraggi che stanno spopolando su Youtube, con decine e decine di migliaia di visualizzazioni in poche settimane: un successo inaspettato che dimostra che lo spazio per i bambini va riempito di messaggi positivi e stimolanti, di tranquillità e di dolcezza.

«Non ho mai voluto lavorare – ha detto Brundo – né come attore, né come regista e sceneggiatore nell’ambito dell’infanzia. Ma ora che ho 53 anni, e un bel po’ di esperienza professionale alle spalle, confesso che invece ho un’ultima speranza, la più dolce e la più delicata: quella nei bambini. In loro è tutta la mia gioia, la mia meraviglia, la purezza e la fantasia di un mondo a cui, per fortuna, ancora un po’ appartengo, da preservare e difendere. Da qui la decisione di creare GianGian Folletto prima come gioco per mia figlia, poi di ampliare le prospettive di questa esperienza anche all’esterno, e portarla nell’universo internet che soprattutto per quanto riguarda i bambini ha bisogno di linguaggi, immagini, contesti diversi rispetto a quelli a cui li stiamo abituando. Sono estremamente soddisfatto di questa creazione: mi sta dando tanto e, credo, possa veicolare messaggi positivi e stimolanti per tutti i bambini». In coda una gustosa merenda con i buoni prodotti della terra a cura di Letizia Tiezzi.

Alle 17:30 Caffè Contemporaneo con “Salviamo il pianeta”: l’editore Jean Luc Bertoni ha presentato gli insegnanti Mario Ortolani e Cristina Arcioni che hanno scritto il libro “I fiori di Gea”. «C’era una volta Gea, la fata della natura, della musica e della gioia. Le era stato affidato da suo padre, il re del cielo, un pianeta: senza colori, senza musica, senza profumi, praticamente un pianeta triste. Gea ogni giorno guardava il suo pianeta e pensava nel suo cuore a cosa avrebbe potuto fare per renderlo più allegro e più bello»: alla presentazione erano presenti studenti delle scuole superiori di molte regioni italiane.

A conclusione della prima giornata per l’imprenditore Oscar Farinetti pubblico delle grandi occasioni: invitato da Eventi Castiglione del Lago e Fiorello Primi per “I Borghi più Belli d’Italia” Farinetti ha presentato il suo ultimo libro “10 mosse per affrontare il futuro” alla presenza dello stesso Fiorello Primi e del presidente di Eventi Marco Cecchetti, della direttrice del GAL Trasimeno Orvietano Francesca Caproni e del sindaco di Castiglione del Lago Matteo Burico; è intervenuto anche il popolare giornalista Osvaldo Bevilacqua. «Questo libro è un ponte – ha detto Farinetti – che unisce il passato, quello di tutti, e il futuro, quello di ciascuno. In un mondo incerto e competitivo, spazzato da venti di guerra, crisi politiche ed emergenze, spesso l’avvenire fa paura, ma c’è un modo preciso per non lasciarsene sopraffare: progettarlo, giorno per giorno, seguendo dieci semplici mosse. Lo dimostra un testimone d’eccezione, Leonardo Da Vinci, che le aveva già previste e provate tutte e che non a caso era un genio». Oscar Farinetti ha spiegato le sue 10 mosse, 10 consigli, raccontando a sua volta alcune storie di vita vissuta: quella dei giovani rivoluzionari del Maggio ’68 che immaginarono il futuro e quella di Marilyn Monroe che non riuscì a costruirselo; quella di Che Guevara che tentò di cambiarlo e quella di Andy Warhol che volle trasfigurarlo o di Miles Davis che riuscì a colorarlo. E altre ancora, finendo con una riflessione su ciò che letteralmente lo alimenta, il futuro: il cibo, che unisce tradizione e innovazione, piacere immediato del gusto e valore permanente della sapienza gastronomica. Le dieci mosse suggerite da Farinetti sono passi di una costruzione che non si improvvisa e che non si compie da soli: occorre un’intelligenza collettiva che può nascere solo da una profonda cultura condivisa. Così, con le note dell’esperienza e della passione, del talento e dell’ironia, l’autore costruisce una potente variazione sul tema delle “ricette per il successo”, rinnovandolo e arricchendolo per creare una sinfonia di storia e storie, la sola capace di ispirarci e muoverci all’azione e al cambiamento.

Domani 6 gennaio ultima giornata dedicata alle “Isole culturali nelle comunità artistiche”: alle 16:30 Caffè Contemporaneo con il libro “Omicidio al 14 rosso” di Donatello Alunni Pierucci (autore e regista) presentato da Jean Luc Bertoni. Alle 17:30 Concerto per Arpa di Elisabetta Stanghellini dal titolo “Corde risonanti del primo Novecento”, P. Hindemith “Sonata per arpa” (1939) e H. Reniè “Piece Symphonique” (1907). Alle 18 per Caffè Contemporaneo la presentazione del libro di Umberto Berlenghini, della Direzione Cinema e Serie TV RAI, “Witness 3. Il cinema al banco dei testimoni” (Porto Seguro); alle 19 Storie di Amicizia, proiezione del cortometraggio “Amici di sempre” di Christian Marazziti: interverranno Christian Marazziti e Dario Cassini.

Trasimenonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img