spot_img
domenica 14 Luglio 2024
spot_img

Salvo’ il papa’ da un malore: Sebastiano e’ Alfiere della Repubblica

Da leggere

Altruisti, generosi, mossi da un forte senso di comunità. Ma soprattutto giovani e giovanissimi, nati dal 2000 in poi. Sono i 29 Alfieri della Repubblica scelti dal Presidente Sergio Mattarella in tutte le Regioni d’Italia, con bellissime storie di altruismo e solidarietà, molte per l’ambiente e per la cultura. Storie ‘scovate’ nelle giovani vite di ragazzi che si sono prodigati ad esempio dopo le alluvioni che nel 2023 hanno colpito il Paese o che hanno saputo trasformare la passione per la scrittura o per le scienze in un “ponte” per ridurre le disuguaglianze. Mattarella ha inoltre assegnato tre targhe per azioni collettive.

Tra i 29 Alfieri della Repubblica scelti dal presidente Sergio Mattarella c’è anche un bambino umbro. E’ Sebastiano Guazzeroni, classe 2015, residente a Paciano. E’ stato scelto per il coraggio dimostrato, nonostante la giovanissima età, di fronte al malore accusato dal padre. Grazie alla prontezza con cui ha affrontato l’emergenza, è riuscito ad evitare che una passeggiata nei boschi si concludesse in tragedia. Sebastiano camminava nei boschi dell’Umbria insieme al padre. Una delle tante escursioni che erano soliti compiere insieme. All’improvviso, nel mezzo della camminata, il papà di Sebastiano ha accusato un malore ed è svenuto. Il bambino, spaventato ma lucido, ha pensato bene di tornare indietro lungo il sentiero che aveva percorso e, dopo una corsa di quasi due chilometri, ha finalmente incontrato delle persone che lo hanno aiutato ad attivare i soccorsi. E’ grazie alla sua azione che gli aiuti sono arrivati in tempo utile e che suo padre ha potuto evitare gravi conseguenze.

“Sono felice e tanto emozionato, di certo non me lo aspettavo questo riconoscimento”: a dirlo all’ANSA è il piccolo Sebastiano Guazzeroni. Della nomina, i genitori – Paolo e Caterina – glielo hanno detto soltanto nella serata di sabato durante una cena con i parenti di Torino, dove hanno trascorso il fine settimana. “È stata una sorpresa grande” racconta Sebastiano. “Cosa dirò al presidente quando lo incontrerò non lo so ancora, non ci ho pensato” ha aggiunto. Intanto con lui si sono complimentati gli amici, i compagni di scuola e le maestre. “Mi hanno chiamato tutti – dice il bambino -, mi hanno detto che sono stato bravo, ma a scuola mi avevano già dato una medaglia”. “È una notizia bellissima e incredibile, un’emozione grandissima, tanto che ho pianto per un’ora”: Paolo Guazzeroni, al telefono con l’ANSA, ancora non riesce a realizzare che suo figlio Sebastiano di 9 anni è stato nominato Alfiere della Repubblica direttamente dal presidente Sergio Mattarella. “È un riconoscimento che ci tocca e soprattutto mi tocca nel profondo” ha aggiunto. “Sebastiano – ha ricordato il papà – riceve questa nomina per avermi salvato la vita. Al solo pensiero mi viene da piangere ancora”.

“Siamo felici e orgogliosi che il nostro Sebastiano sia stato nominato Alfiere della Repubblica dal presidente Mattarella”: a dirlo all’ANSA è il sindaco di Paciano, Riccardo Bardelli. “Nelle settimane successive a quell’episodio – ricorda – ricevemmo in consiglio comunale il bambino per conferirgli un encomio per il suo gesto”. Sebastiano Guazzeroni, che oggi ha 9 anni, riuscì a mantenersi lucido, seppur spaventato, dopo il malore che fece svenire il padre, al punto da andare a chiamare aiuti. “Dimostrò coraggio, ma soprattutto lucidità, tanto che fece la cosa migliore che avesse potuto fare in quel frangente”, sottolinea Bardelli.

Trasimenonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img