spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img

Una celebrazione artistica: Pietro Perugino e Luca Signorelli in mostra a Città della Pieve

Da leggere

Nel contesto delle commemorazioni per il cinquecentesimo anniversario della morte di Pietro Perugino e Luca Signorelli, è stato stipulato un accordo di promozione tra il Comune di Città della Pieve, organizzatore della mostra “…Al battesimo fu chiamato Pietro. Il Perugino a Città della Pieve,” e l’Opera del Duomo di Orvieto. Questo accordo prevede che i visitatori in possesso di un biglietto d’ingresso per il duomo di Orvieto abbiano diritto a uno sconto per l’accesso alla mostra di Città della Pieve, che rimarrà aperta fino al 30 settembre. Questa iniziativa riflette l’impegno nel celebrare questi due grandi artisti e si iscrive nell’ambito del protocollo d’intesa tra GAL Trasimeno-Orvietano, i Comuni di Città della Pieve, Cortona, Orvieto e Todi, e le diocesi di Orvieto e Todi.

Il collegamento tra i dipinti nella Cappella di San Brizio nel duomo di Orvieto e la mostra “…Al battesimo fu chiamato Pietro” va oltre una semplice collaborazione istituzionale. Questo legame offre un’opportunità unica ai visitatori di conoscere due giganti del Rinascimento, che hanno lasciato un’impronta indelebile nell’Umbria e influenzato la cultura pittorica nei secoli successivi. L’interplay tra le opere di Signorelli e i dipinti del Perugino culmina in una concezione sublime di bellezza assoluta, grazie alla potenza plastica delle figure di Signorelli e alla delicatezza dei volti del Perugino.

Il biglietto della mostra di Città della Pieve offre l’accesso a tre sedi espositive: Palazzo della Corgna, il Museo Civico Diocesano di Santa Maria dei Servi e l’Oratorio di Santa Maria dei Bianchi. Questo itinerario attraverso la carriera di Pietro Vannucci permette ai visitatori di ammirare 27 opere provenienti dai più importanti musei italiani e stranieri. Oltre alle opere del Perugino, sono esposti capolavori di altri maestri rinascimentali di spicco, tra cui Ghirlandaio, Cosimo Rosselli e Pintoricchio. Il dialogo tra questi quadri e i lavori del Perugino nella sua città natale rende la mostra a Città della Pieve un evento unico a livello internazionale.

La mostra è stata organizzata dal Comune di Città della Pieve, con il supporto del “Comitato Promotore delle celebrazioni per il quinto centenario dalla morte del pittore Pietro Vannucci detto ‘il Perugino'”. La qualità del progetto espositivo è stata riconosciuta da questo comitato. La mostra è aperta tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00 e offre un unico biglietto d’ingresso valido per le tre sedi. Il costo del biglietto intero è di 14 euro, con un prezzo ridotto di 10 euro per gruppi di almeno 15 persone, ragazzi dai 13 ai 25 anni e possessori del biglietto Umbria Jazz 2023. Per i residenti di Città della Pieve è previsto un biglietto ridotto speciale a 5 euro, mentre l’ingresso è gratuito per i bambini fino a 12 anni, i soci ICOM e le guide turistiche. I biglietti possono essere acquistati sul sito www.peruginocittadellapieve.it.

L’iniziativa è patrocinata dal Ministero della Cultura, Ministero del Turismo, Regione Umbria, ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, Federturismo Confindustria, Camera di Commercio dell’Umbria e RAI Umbria. Un evento che celebra l’arte e la storia, arricchendo il panorama culturale dell’Umbria.

Trasimenonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img