spot_img
martedì 25 Giugno 2024
spot_img

Fine-settimana di Festival Corrispondenze: ultimi due giorni ricchi di appuntamenti

Da leggere

Si terrà domenica 10 settembre a Monte del lago di Magione, alle ore 18, nell’ambito del Festival delle Corrispondenze, la cerimonia di premiazione della XXV edizione del Premio letterario nazionale Vittoria Aganoor Pompilj (unico premio in Italia dedicato esclusivamente a corrispondenze, carteggi ed epistole), che vede finalisti della prima sezione, riservata ad opere in lingua italiana nelle quali vengono pubblicati carteggi, corrispondenze o epistolari, i seguenti volumi in ordine alfabetico per casa editrice: Lasciami il sogno Anna De Simone – Biagio Marin carteggio 1928-1985 editore Il ponte del sale; Carlo Ludovico Ragghianti-Amintore Fanfani – Carteggio a cura di Tiziano Torresi Edizioni Fondazione Ragghianti; Carteggio Niccolò Tommaseo – Felice Le Monnier (1835-1873), a cura di Ilaria Macera Edizioni Polistampa; Montale – Solmi, Ciò che è nostro non ci sarà tolto mai. Carteggio 1918-1980, a cura di F. D’Alessandro; Quodlibet; Zeri – Longhi, Lettere 1946-1965, a cura di Mauro Natale, Silvana editore.

Sono state oltre cento le lettere arrivate, invece, per la seconda sezione riservata a componimenti in forma di lettera su tema scelto annualmente dalla giuria. E sempre domenica pomeriggio sarà consegnato a Francesca Romana De Martini e al figlio Jacopo Olmo Antinori, ambedue attori, il riconoscimento “Uniti nell’arte”, istituito dal Premio letterario nazionale Vittoria Aganoor Pompilj per omaggiare artisti che condividono vita lavorativa e affettiva.

Istituito tre anni fa, il riconoscimento, una targa che porta incisa la parola “amore” in armeno omaggio all’origine della poetessa a cui il Premio è dedicato e allo stretto rapporto affettivo che la univa al marito, il deputato perugino Guido Pompilj, è stata consegnata negli anni precedenti alle coppie: Carlotta Natoli e Thomas Trabacchi, nel 2021; e, nel 2022, a Elena Gigliotti e Dario Aita, anche loro attori.

Il programma degli ultimi due giorni di festival comincia sabato mattina, alle 10.30, con la passeggiata teatralizzata lungo le vie e le piazze di Monte del Lago alla scoperta di vita e storie attraverso le lettere. Alle ore 16 in programma il convegno organizzato dall’Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea intitolato “Politica e potere nelle corrispondenze del 900”.
Alle 17 La scuola più bella che c’è. Don Milani e i suoi ragazzi. Gente semplice, contadini, operai: i “destinatari” di Don Milani. Presentazione del libro per ragazzi. Ne parleranno gli autori Sandra Gesualdi, giornalista e vicepresidente della Fondazione Don Lorenzo Milani di Barbiana e Francesco Niccolini, drammaturgo e sceneggiatore. Coordina Monica Fanicchi, Libreria Libri Parlanti

Sempre alle 17, Ragazzo mio, Lettera agli uomini veri di domani. Presentazione del libro (De Agostini editore). Ne parla l’autore Alberto Pellai, medico, psicoterapeuta, ricercatore e scrittore insieme a Lucia Annunziata, docente Liceo Italo Calvino.
Alle 19: Alessandro Manzoni, Lettere d’amore, d’amicizia e altre cose. Interviene il curatore Pierantonio Frare. A seguire, Tutti gli uomini che non sono, storia vera di una falsa identità. Reading teatrale di e con Paolo Calabresi, attore e conduttore televisivo e Francesco Bolo Rossini.

Chiusura di giornata (sabato 9 settembre) affidata a Federico Rampini con suicidio Occidentale, perché è sbagliato processare la nostra storia e cancellare i nostri valori.
Domenica 10 settembre, nel pomeriggio, la parola ai giurati con il dietro le quinte del Premio Aganoor. Presentazione del carteggio vincitore dell’edizione 2023: Le lettere. Pier Paolo Pasolini (Garzanti editore). Interviene la curatrice Antonella Giordano insieme a Adriana Chemello, presidente di giuria e Graziella Chiarcossi.

Alle 17 Lettere d’amore tra Virginia Woolf e Vita Sackville-West, reading teatrale con Iaia Forte e Annalisa Canfora. A seguire cerimonia di premiazione XXV edizione Premio Vittoria Aganoor Pompilj. Chiude l’edizione 2023 il duo Makkox e Aprea con dialoghi sul cambiamento.
Il Festival delle Corrispondenze è organizzato e promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Magione.
Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito. Programma su festivaldellecorrispondenze.it

Trasimenonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img