spot_img
sabato 20 Luglio 2024
spot_img

A Castiglion Fosco opere di ingegneria naturalistica per il recupero delle mura castellane

Da leggere

Opere a basso impatto ambientale ed eco sostenibili. E’ consistito essenzialmente in un intervento d’ingegneria naturalistica il recupero delle mura castellane di Castiglion Fosco, completato nelle settimane scorse. A darne notizia è il sindaco di Piegaro Roberto Ferricelli. “Con l’esecuzione del secondo stralcio di opere – spiega il primo cittadino – è stato completato il recupero di un importante tratto di mura castellane del borgo medioevale: attraverso opere a basso impatto ambientale ed eco sostenibili, finalmente si può fruire appieno di un luogo unico per il valore ambientale e paesaggistico”.

In particolare le opere sono consistite nel recupero del tratto di mura castellane a partire dalla torre di difesa fino all’innesto con Via Mattei, mediante lavori di ripulitura e protezione sommitale per le acque piovane e consolidamento della muratura.
Realizzata inoltre una rampa di collegamento tra l’itinerario escursionistico e l’area sovrastante, in prossimità della torre di difesa, al fine di assicurare l’accesso in sicurezza alla vasta area terrazzata di veduta, di proprietà dell’Amministrazione Comunale e delimitata tra le mura castellane, la corte “Ex Palazzo Corneli”, l’area di veduta e sosta veicoli e l’area della Parrocchia.

A tal fine si è intervenuti attraverso l’esecuzione di una serie di opere d’ingegneria naturalistica comprendenti la realizzazione di viminate in legno, di palizzate e la posa in opera di “geotessili” per il contenimento delle scarpate. Al fine di evitare rischi di caduta dall’alto, in prossimità della rampa ed in sommità dell’intero tratto di cinta muraria, è stata realizzata una staccionata con pali di castagno.

Completano il progetto le opere che rendono funzionale e fruibile l’intero itinerario escursionistico e garantiscono l’efficienza nel corso del tempo dell’infrastruttura: miglioramento del sistema di regimazione delle acque meteoriche, completamento dell’impianto di pubblica illuminazione con la posa in opera di corpi illuminanti a led a partire dalla torre di difesa e fino all’intersezione con Via Mattei e lungo la rampa di accesso e sistemando il piano viabile del sentiero escursionistico in prossimità dell’intersezione di Via Mattei.
Le risorse impegnate fino a questo momento per le mura di Castiglion Fosco ammontano a 600mila euro.
“Ma l’attenzione di questa Amministrazione comunale verso il piccolo borgo non finisce qui – comunica Ferricelli -. C’è l’impegno a individuare canali di finanziamento per il terzo e ultimo stralcio, e per la sua valorizzazione e futuro utilizzo. Castiglion Fosco ha tutte le potenzialità per diventare un polo di attrazione di rilevanza strategica per il territorio”.

Trasimenonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.





Può interessarti anche

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img