spot_img
martedì 21 Maggio 2024
spot_img

Centenario Benvenuto Crispoldi: una targa ricorda la sua opera a Magione

La collocazione in occasione della giornata di studi che ha concluso le iniziative in sua memoria

Da leggere

Nella sala del Consiglio Comunale di Magione – decorata da Gerardo Dottori che di Crispoldi fu sodale e amico, condividendone lo spirito di ricerca del nuovo in arte – si sono concluse le iniziative organizzate in occasione del centenario della morte di Benvenuto Crispoldi (1886-1923) pittore, scultore, erudito, politico e intellettuale, per Magione artefice di uno dei simboli della città: il Monumento ai Caduti della Grande Guerra.

Proprio per riscoprire un nome sicuramente poco conosciuto ai più, a conclusione della mattinata è stata scoperta una targa commemorativa che ripercorre la genesi storica del monumento, inquadrando l’opera all’interno del percorso artistico e biografico di Crispoldi. Il monumento ai caduti, infatti, fu l’ultima opera realizzata dall’artista, che morirà pochi mesi dopo la solenne inaugurazione avvenuta domenica 27 maggio 1923.
Un complesso architettonico-monumentale che riletto oggi criticamente, costituisce un’eredità preziosa in termini storico-artistici di cui ha dato ampiamente conto la mostra documentaria allestita presso la sezione di esposizioni temporanee del Museo Della Pesca E Del Lago Trasimeno e che ha illustrato l’iter della progettazione e della realizzazione del monumento, dalla documentazione amministrativa della committenza agli schizzi preparatori, dalle fotografie dell’epoca ai resoconti giornalistici.

Frutto di un importante progetto di rete tra i Comuni di Spello, Bastia Umbra, Foligno e Magione, la celebrazione dell’anniversario crispoldiano ha anche rappresentato l’occasione per aprire un importante cantiere di ricerca, che ha prodotto due fondamentali volumi curati dal comitato scientifico del progetto e destinati a fare data per gli studi sul periodo: il catalogo sistematico delle opere, con saggi critici inediti e preziose riproduzioni fotografiche, e l’edizione critica degli scritti.

“Un’iniziativa di ampio respiro territoriale -commenta l’assessore alla cultura del Comune di Magione, Vanni Ruggeri che ha coordinato l’incontro – capace di “segnare” in maniera permanente uno dei simboli di Magione, e moltiplicare ambiti, connessioni e itinerari per la valorizzazione del patrimonio culturale del Comune, anche in termini di tutela, per promuovere, alla luce delle nuove acquisizioni documentarie un necessario intervento di ripulitura e restauro.”

Sono intervenuti: Marco Damiani, docente di sociologia politica all’Università degli studi di Perugia, Massimo Duranti, critico d’arte e presidente dell’Archivio Dottori.
Gli interventi saranno preceduti dalla presentazione del volume “Benvenuto Crispoldi. Scritti Arte Politica Cultura”, edito da Gangemi editore, a cura di Stelvio Catena. I saluti Istituzionali sono stati portati dal sindaco Giacomo Chiodini.

Trasimenonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img