spot_img
lunedì 27 Marzo 2023
spot_img

Carnevale Magionese, al lavoro per la sfilata di domenica con carri e tante maschere

Da leggere

Carri allegorici, gruppi mascherati, musica e tanto divertimento per il Carnevale Magionese che torna in piazza con le sue tradizioni più antiche, il Segavecchia e la maschera di Toni, dopo due anni di fermo a causa del Covid con il doppio appuntamento di domenica 19, dalle 15 alle 18, e martedì 21 dalle 14.30 alle 17. La sfilata si terrà lungo via XX settembre e Corso Marchesi arrivando a Piazza Matteotti, dove i partecipanti si esibiranno in divertenti coreografie per uno spettacolo unico.

Organizzato fin dal 1961 dalla Proloco di Magione vede come da consuetudine, accanto alla sfilata di carri e maschere, il classico “Processo a Toni”, re del Carnevale Magionese, che si terrà domenica a cura del Laboratorio Teatrale del Martedì. Simbolo delle malefatte accadute nel paese, la maschera verrà bruciata il martedì grasso portando con sé i guai e le malefatte nella speranza di tempi migliori. Le due giornate saranno accompagnate da tanta musica, con la Filarmonica G. Biancalana e le Majorettes di Magione, tradizione e gusto con Segavecchia, CISA e Unitre, divertimento e animazione delle tante associazioni coinvolte insieme alla Proloco: Arci e Soms, Avis e Atletica Magione, Spazio Genitori, Circolo Didattico di Magione, Scuola dell’Infanzia G. Danzetta e Cooperativa Polis (CAG Progetto ITI Trasimeno Sociale).

Grande novità dell’anno, il contest “La mascherata di Toni “: un concorso che premierà il miglior gruppo mascherato del Carnevale 2023 e la possibilità di partecipare al pranzo di Carnevale con Toni, re del Carnevale Magionese domenica 19 alle ore 13. Info e prenotazioni WA 340-2460070
“Un ritorno ricco di entusiasmo – commenta Alessandra Grilli, presidente della Proloco di Magione – come dimostrano i tanti volontari delle diverse associazioni che si sono messi subito al lavoro per la realizzazione dei carri allegorici e delle maschere. Un contributo importante è arrivato anche dalle scuole, in particolare infanzia e primaria, che grazie al coordinamento delle maestre e alla collaborazione delle famiglie, porteranno a sfilare tanti bambini.”

Può interessarti anche

Ultime notizie

spot_img