spot_img
mercoledì 28 Febbraio 2024
spot_img

Il Premio Strega “Come d’aria” domenica a Narrazioni

Un appuntamento dedicato alla scrittrice Ada D’Adamo recentemente scomparsa: Loretta Santini di Elliot parlerà con Monica Fanicchi del caso letterario del 2023

Da leggere

“Come d’Aria” di Ada D’Adamo (edito da Elliot) è senza dubbio il libro del 2023. Ne parla così la scrittrice, sceneggiatrice e giornalista Elena Stancanelli: «Come d‘aria è un libro magico. Lo leggi e pensi che nessuno può farcela a sopportare tanta angoscia, e insieme pensi che no, non è vero, si può fare perché loro ce l‘hanno fatta e tanta gente ce la fa, perché questa non è nient’altro che la vita». Domenica 29 ottobre alle ore 17 a Palazzo della Corgna nel terzo appuntamento di “Narrazioni: storie, racconti, scritture” edizione 2023/2024, il format di libri e cultura del Comune di Castiglione del Lago, in collaborazione con la libreria “Libri Parlanti Books & Coffee” e la Biblioteca Comunale, sarà Loretta Santini, direttrice editoriale di Elliot ed editor del libro, intervistata da Monica Fanicchi di Libri Parlanti, a parlare del vincitore del Premio Strega 2023 e dell’autrice Ada D’Adamo, scomparsa prematuramente lo scorso primo aprile dopo una lunga malattia.

Fu proprio Elena Stancanelli a marzo a proporlo tra le candidature del Premio Strega 2023, lanciandolo verso la vittoria del più prestigioso premio letterario italiano con questa motivazione: «”Come d’aria” è un libro che fruga dentro il cuore del lettore. Serviva la lingua esatta e implacabile di questa scrittrice per riuscire a sostenere un sentimento tanto feroce. C’è tutta la rabbia e tutto l’amore del mondo nel racconto di questa danza che lega due donne. Avvinghiate l’una all’altra, in una assoluta e reciproca dipendenza. Daria, la figlia, che comunica soltanto attraverso il suo irresistibile sorriso, Ada, la madre, catapultata suo malgrado in questa storia d’amore. Era una ballerina, Ada. E il corpo, di entrambe, è il centro di questo “memoir” sfolgorante per intelligenza, coraggio e misericordia. In questo libro si entra con enorme facilità, ma da questo libro si esce cambiati. C’è una tale quantità di vita, nelle sue pagine, da lasciarci senza fiato. Ci siamo noi, la fatica, la nostra inutile bellezza. Dalla prima lettura ho pensato che fosse una pepita d’oro, un dono, un abbraccio. Come avrebbe detto Bobi Bazlen, una perfetta e lacerante “primavoltità”».

Il libro racconta la storia di Daria, il cui destino è segnato sin dalla nascita da una mancata diagnosi. Ada è la madre, che sulla soglia dei cinquant’anni scopre di essersi ammalata. Questa scoperta diventa occasione per lei di rivolgersi direttamente alla figlia e raccontare la loro storia. Tutto passa attraverso i corpi di Ada e Daria: fatiche quotidiane, rabbia, segreti, ma anche gioie inaspettate e momenti di infinita tenerezza. Le parole attraversano il tempo, in un costante intreccio tra passato e presente. Un racconto di straordinaria forza e verità, in cui ogni istante vissuto è offerto al lettore come un dono.
Ada D’Adamo è stata un’autrice italiana. Nata a Ortona nel 1967, si è diplomata all’Accademia Nazionale di Danza e laureata in Discipline dello Spettacolo. Ha trascorso molto tempo a osservare il corpo e le sue declinazioni sulla scena contemporanea, e lo ha scritto in diversi saggi sulla danza e il teatro. Nel 2023 esce per Elliot Edizioni Come d’aria, libro vincitore del Premio Strega Giovani e del Premio Strega 2023.

A pochi giorni dalla candidatura al premio, Ada D’Adamo che combatteva da tempo contro una malattia, si è spenta a Roma. A darne l’annuncio la sua casa editrice Elliot: «Un pezzetto del nostro cuore se ne va con lei».
Narrazioni proseguirà fino a maggio 2024: per ora è uscito il programma di novembre e dicembre. Venerdì 3 novembre Agnese Pini interverrà a Palazzo della Corgna per presentare “Un autunno d’agosto” (Chiarelettere); sabato 11 il popolare giornalista Marino Bartoletti racconterà “La partita degli dèi” (Gallucci); sabato 18 novembre Eleonora Caruso “Doveva essere il nostro momento” (Mondadori). Nel mese di dicembre sabato 2 sarà la volta di Paolo Giulierini che porterà il suo “L’Italia prima di Roma”; domenica 17 Enrico Galiano presenterà “Scuola di felicità per eterni ripetenti”
L’ingresso agli incontri è gratuito: prenotazioni ai numeri 0759658260, 075951822 e 3486416096.

Trasimenonline è accessibile liberamente e senza costi.
Ciò è possibile anche grazie al supporto di coloro che ci sostengono, convinti che un'informazione accurata sia fondamentale per la nostra comunità.
Se hai la possibilità, unisciti al nostro sforzo con una semplice donazione.




Può interessarti anche

Dal mondo

 

Cerca nel sito

 

Ultime notizie

spot_img